I sintomi della psoriasi del cuoio capelluto, le cause e la terapia (Parte 2)

Posted on

Di norma si ricorre a questo tipo di farmaci in quei casi di psoriasi in cui le lesioni della cute sono diffuse per oltre il 10% della superficie del corpo.

La psoriasi del cuoio capelluto è una condizione che presenta svariate caratteristiche in comune con la dermatite seborroica, e proprio per tale ragione le due malattie vengono spesso erroneamente confuse. In realtà però, la psoriasi del cuoio capelluto non è collegata alla produzione di sebo, bensì ad altri fattori, in primo luogo quelli ereditari. I sintomi della psoriasi del cuoio capelluto sono molteplici, e la malattia può insorgere a qualsiasi età, sia negli uomini che nelle donne. Solo molto raramente il paziente affetto da psoriasi del cuoio capelluto noterà anche un diradamento dei capelli. Il trattamento della psoriasi del cuoio capelluto andrà stabilito dal medico dermatologo, ed in caso di diradamento dei capelli sarà utile coinvolgere anche il tricologo. La psoriasi è una malattia non trasmissibile (non è infettiva né contagiosa) che si manifesta come un’infiammazione della pelle, solitamente di carattere cronico e recidivante. Si manifesta con chiazze rossastre, rotondeggianti, eritematose, sulle quali si formano delle squame di colore argenteo, che compaiono soprattutto su gomiti, ginocchia, cuoio capelluto, regione lombo-sacrale, mani e piedi. Questa zona può essere trattata in modo analogo alla psoriasi sul cuoio capelluto. La pelle della regione pubica è più sensibile della pelle del cuoio capelluto.

Sintomi della psoriasi cuoio capelluto

  • L’artrite psoriasica non ha risposto ad almeno due tipi diversi di DMARD
  • Il paziente è intollerante ad almeno due tipi diversi di DMARD

La psoriasi è un’infiammazione cronica e recidivante della pelle, non contagiosa e non infettiva.

Le sedi più colpite da psoriasi sono: gomiti, ginocchia, mani, coccige, cuoio capelluto, piedi. È una malattia cronico recidivante, che si manifesta con delle chiazze rossastre che desquamano in diverse parti del corpo, in prevalenza su gomiti, gambe, braccia, ginocchia e cuoio capelluto. La psoriasi si presenta solo sul cuoio capelluto, anche detta tinea amiantacea o pityriasi amiantacea. «La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e che tende a ripresentarsi. Ricordiamo che la psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, né infettiva né contagiosa, caratterizzata da una cheratinizzazione anomala e spesso incompleta. Le sedi più comunemente coinvolte dalla psoriasi sono: gomiti, ginocchia, palmo della mano, pianta del piede, regione lombare, cuoio capelluto ed unghie. Si tratta di tre anomalie del cuoio capelluto che hanno cause e sintomi in comune e perciò sono facilmente confondibili. A differenza della dermatite seborroica, però, le cause sono indipendenti dal sebo e le squame si presentano di colore argenteo e diffuse anche in più zone del cuoio capelluto. La psoriasi non è assolutamente contagiosa, ed è impossibile contrarla in seguito a un contatto interpersonale.Le lesioni psoriasiche non sono infettive e non devono essere considerate come ferite aperte.

Sintomi della psoriasi al cuoio capelluto

  • farmaci tradizionali, quali il methotrexate, la leflunomide e la sulfasalazina,
  • farmaci biologici diretti a bloccare il TNF alfa, molecola centrale dell’infiammazione.

Provoca sulla cute segni molto evidenti, che inducono spesso ad allontanarsi da chi ne sia affetto, ma non è una malattia contagiosa.

“La psoriasi è un disturbo della crescita della cute che si manifesta in alcune aree del corpo. Il prurito al cuoio capelluto è un sintomo spesso presente vista anche l’origine etimologica del termine psoriasi sia psora (prurito). Che colpisca il cuoio capelluto o altre aree della cute, la psoriasi va considerata una malattia della pelle. Il cuoio capelluto non è interessato da questo tipo di psoriasi; Così chiamata per via delle pustole che ricoprono la aree della cute colpite. Prurito e dolore alla cute sono marcati; È una forma grave di psoriasi; in genere colpisce aree molto estese con intensi arrossamenti ed eritemi accompagnati da prurito. Anche quando colpisce la cute dei capelli la psoriasi é una patologia della pelle e non dei capelli, pertanto è il dermatologo che va interpellato. A livello di cute, mucose, unghie e cuoio capelluto, alcune di queste sostanze, possono mediare sintomi come il prurito (es. Accade di rado che la psoriasi interessi le zone genitali, è molto più frequente in altre parti del corpo quali ginocchia, gomiti, cuoio capelluto, mani o piedi. La psoriasi, come si manifesta e come può essere curata, può essere una malattia contagiosa.

I sintomi della psoriasi del cuoio capelluto, le cause e la terapia

  • trattamenti topici
  • fototerapia
  • trattamenti farmacologici topici con associazioni
  • trattamenti topici del cuoio capelluto
  • trattamenti sistemici.

È inefficace sul cuoio capelluto, le unghie, i palmi delle mani e le piante dei piedi.

Per la psoriasi del cuoio capelluto trattare con Natrum muriaticum 4H a 5H, 2 prese al giorno. La psoriasi è risultata più severa nei maschi di tutte le età, rispetto alle femmine, e in tutte le zone del corpo, con la sola eccezione del cuoio capelluto. delle mani e dei piedi e se ci sono delle placche sul cuoio capelluto (donne) e [Foto copertina di Hans] La psoriasi del cuoio capelluto è una malattia infiammatoria che provoca lesioni a placche, con arrossamento, lieve prurito occasionale e desquamazione simile alla forfora. Il cuoio capelluto è interessato nel 75% dei pazienti affetti da psoriasi. Queste cellule prodotte in eccesso si accumulano sulla superficie del cuoio capelluto, determinando la comparsa delle placche psoriasiche. La psoriasi del cuoio capelluto si manifesta in diverse forme. La manifestazione più frequente del disturbo è l’arrossamento diffuso del cuoio capelluto, con lieve prurito occasionale (nota: la desquamazione può essere scarsa, ma sono visibili delle aree irregolari eritematose). Nella psoriasi, le scaglie si sollevano spontaneamente, rivelando al di sotto un cuoio capelluto di un colore rosso vivo per l’infiammazione.

Psoriasi al cuoio capelluto - Prurito sul cuoio capelluto

La psoriasi del cuoio capelluto può anche estendersi sulla fronte, sulla parte posteriore del collo e intorno alle orecchie.

La diagnosi della psoriasi può generalmente essere formulata partendo dall’esame dell’aspetto del cuoio capelluto del paziente e dalla distribuzione delle lesioni. Le opzioni terapeutiche per la psoriasi del cuoio capelluto sono numerose; queste non sono risolutive, ma finalizzate a tenere sotto controllo la malattia. A seconda della gravità della psoriasi, è possibile ricorrere a trattamenti topici (ovvero l’applicazione del creme e lozioni direttamente sul cuoio capelluto), fototerapia e/o farmaci sistemici. Il trattamento della psoriasi del cuoio capelluto può prevedere l’applicazione di prodotti sia da banco (come uno shampoo medicato), sia su prescrizione (come gli steroidi per uso topico). A seconda del caso, il medico può consigliare: I farmaci sistemici possono essere indicati per alcuni pazienti con una grave psoriasi del cuoio capelluto, refrattari ai trattamenti topici. Secondo la National Psoriasis Foundation la psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e recidivante. In genere si localizza in corrispondenza di gomiti, ginocchia, cuoio capelluto e parte lombare della schiena, oltre che ai palmi delle mani, alle piante dei piedi ed in regione genitale. Le zone più colpite sono il volto e il cuoio capelluto, ma la malattia può manifestarsi in altre parti del corpo. Tra le zone maggiormente colpite: le mani, le unghie, il gomito, i piedi e la testa, in particolare il cuoio capelluto. Le pomate per la psoriasi sono l’alleato più “sfruttato” in questi casi, soprattutto per rimuovere le squame e favorire l’idratazione della cute. Leggi anche: La psoriasi del cuoio capelluto si può concentrare anche sulla testa, sul collo e sulla fronte.